OMAGGIO A GENTILE FAVINI - FONDATRICE DI ANDOS MANTOVA
 

 "Era una giornata bellissima di sole, a metà agosto, ero in vacanza in montagna quando mi raggiunge una telefonata di un amico : Dove sei? Sono alla forcella del Cristallo!
Felice di farlo partecipe del panorama che avevo davanti agli occhi. Invece di colpo l'animo si trasforma perchè lui mi dice che è venuta a mancare la "zia Gentile" .
Un film della nostra vita insieme in un attimo mi è passato davanti, in modo grande, come era grande il luogo in cui mi trovavo . La Signorina , così era per tutti noi, aveva segnato i passi più importanti della mia vita .
 Ci conoscevamo da quando ero giovane ragazza, accomunate dalla sede della nostra attività.
Allora muovevo i primi passi nel mondo del volontariato, con la gioia di essere " Pioniere della Croce Rossa" e la nostra sede era in via Massari e nella scala accanto c'era la sede dell'AVIS. Allora l'avevo conosciuta ed era nata una comunità d'intenti, profonda, tale da avvicinarci non solo negli ideali, ma soprattutto nella vita e nei valori che crescevano , insieme alla giovane età. Il passo era stato breve, diventare donatori di sangue, poi entrare sempre più nell'AVIS giovani, poi la grande storia dell'AIDO.  Tante sere insieme, per crescere , per incontrare tante persone, per parlare della donazione , per imparare innanzi tutto quali erano i valori morali portanti della donazione, che in tutte le sue forme, diventava un pilastro. Così vidi crescere la grande AVIS di Mantova di cui l'anima indiscussa era Lei , la "Signorina" . Lei mi avviò a costruire l'AIDO, a portarla per la provincia, ed eravamo già migliaia. Abbiamo camminato insieme, non c'era bisogno di in nome , quando si diceva " la Signorina" tutti sapevamo che era la GENTILE FAVINI, Gentile di nome e di fatto .
Quelle prime giovanili impronte hanno avuto tanto significato nelle mie scelte, ma sempre in una ben definita direzione, di sentirsi utili . E lei era sempre presente . lo eravamo vicendevolmente al punto che, quando sentì un piccolo problema al seno, venne da me e La operai : era anche Lei entrata nel tunnel delicato del tumore al seno. Ancora i nostri cammini procedevano paralleli e quando a Mantova abbiamo fondato l'ANDOS, in quella prima indimenticabile riunione, quando dovevamo costruire l'ossatura della Associazione, io mi sentii spontaneamente di proporla come Presidente, proprio presentandola a tutti come maestra di vita .
E fu così che la Signorina Gentile fu la prima Presidente dell'ANDOS e nessuno meglio di Lei l'avrebbe potuta condurre nei primi passi di evoluzione nel mondo del volontariato . le impronte di oggi le dobbiamo a Lei .
 E tale è stata per anni, finchè la salute glielo ha concesso . Sempre presente, forte, sicura, attiva, combattente, profonda, risolutrice, amica . Oggi sto raccogliendo la sua eredità e d'istinto mi confronto spesso con il pensiero a Lei, chiedendo condivisione nelle nostre scelte e Lei mi sorride .
Grazie Signorina per tutto ciò che ci ha regalato, per le tante persone che sempre la ringrazieranno per quanta parte Lei ha avuto nelle loro vite, persone che hanno ricevuto Sangue perchè c'era l'AVIS , che hanno ricevuto un organo perchè c'era l'AIDO , che stanno ricevendo ora accoglienza ed assistenza dopo il tumore al seno perchè c'è l'ANDOS ma il volano di tutto questo amore è Lei , la Signorina GENTILE ."

                       Flavia Tasselli Presidente Andos onlus Mantova


                                          

 

 

 

 

 

 

 

 

 

  

 

 www.andosmantova.it    Realizzato da